Il processo di finitura superficiale dei metalli per articoli di lusso

I metalli possono presentare una vasta gamma di finiture superficiali, adattate alle specifiche esigenze di ogni progetto e applicazione. Il processo di finitura superficiale dei metalli per beni di lusso serve a vari scopi, come migliorare l’estetica del prodotto, proteggere contro la corrosione o contro i danni meccanici, fino a ottimizzare le prestazioni per i successivi processi di lavorazione.

Nel campo delle finiture superficiali dei metalli, è cruciale differenziare tra rivestimenti e trattamenti. I rivestimenti consistono tipicamente in sottili strati di materiale applicati alla superficie metallica per migliorarne l’aspetto visivo o la resistenza alla corrosione. Al contrario, i trattamenti coinvolgono processi che modificano la superficie metallica senza l’aggiunta di alcun rivestimento.

Il processo di finitura delle superfici metalliche per beni di lusso

Il processo di finitura segna il culmine della produzione di accessori in metallo, particolarmente significativo nell’industria della moda per la sua enfasi sull’accuratezza del colore.

La finitura prevede la pulizia, la lucidatura e l’applicazione di una texture sulla superficie di un pezzo, costituendo l’ultimo passaggio nella produzione di gioielli. Si tratta di un passaggio indispensabile, perchè migliora la bellezza e la brillantezza degli oggetti di gioielleria.

Questo processo viene eseguito in varie fasi. Nella moda di lusso, la produzione di piccoli articoli in pelle come borse e scarpe, spesso presenta accessori metallici, come chiusure o fibbie, che giocano un ruolo fondamentale nel prodotto finale. Questi accessori vengono meticolosamente rivestiti con uno strato sottile di metallo prezioso attraverso l’elettroplaccatura [galvanica???], seguendo specifiche di colore definite dal Pantone.

Importanza del processo di finitura delle superfici metalliche

Il processo di finitura delle superfici metalliche è fondamentale per migliorare l’aspetto e la durabilità del prodotto, rendendolo uno step indispensabile nel processo di produzione. Le ragioni comuni per eseguire la finitura metallica industriale includono:

  • Estetica: la finitura delle superfici svolge un ruolo cruciale nel migliorare l’aspetto e l’estetica del prodotto. Che si tratti di ottenere una finitura liscia, lucida o texturizzata, in ogni caso viene migliorato l’aspetto visivo per i clienti.
  • Protezione dalla corrosione: attraverso l’applicazione di rivestimenti protettivi o placcature, i prodotti acquisiscono resistenza all’usura, alla corrosione e ai fattori ambientali.
  • Prestazioni e durata nel tempo: la finitura delle superfici assicura prestazioni ottimali del prodotto e lunga durata.
  • Miglioramento della rugosità superficiale
  • Riduzione dei difetti superficiali
  • Funzione di fondo (primer) per la pittura

Pensa a quale di queste qualità ha la priorità nel design del tuo prodotto metallico. Questa considerazione probabilmente determinerà il processo di finitura specifico (o i processi) di cui hai bisogno.

Finiture delle superfici metalliche: quali sono?

I metalli possono essere sottoposti a una vasta gamma di rivestimenti e trattamenti superficiali. Tra i più comuni troviamo:

  • Sabbiatura. Questo trattamento assicura uniformità e levigatezza delle superfici metalliche, eliminando impurità e ottenendo una rugosità specifica determinata dalla velocità di taglio e dal tipo di grana abrasiva. La sabbiatura spesso funge da fase intermedia nella preparazione del metallo per trattamenti successivi.
  • Lappatura. Una finitura di precisione che minimizza la ruvidezza delle superfici metalliche, ottenuta utilizzando speciali spazzole e polvere abrasiva sparsa su un supporto metallico per creare superfici uniformi a “specchio”.
  • Lucidatura. La lucidatura utilizza speciali nastri o spazzole imbevute di pasta abrasiva per ridurre significativamente la rugosità del metallo. Questo prepara le superfici o le parti metalliche a trattamenti successivi. La lucidatura viene impiegata sia per scopi estetici che funzionali.
  • Puntinatura. Migliora l’uniformità e le caratteristiche funzionali/estetiche del materiale grezzo. Il tipo di spazzola utilizzata determina la precisione dei risultati ottenuti.
  • Finitura satinata. Ampiamente utilizzata nei settori industriali della lavorazione dei metalli, questo processo omogeneizza le superfici metalliche, ottenendo una rugosità uniforme predefinita su misura per specifiche esigenze d’uso. Spazzole speciali o nastri abrasivi di diversi tipi vengono impiegati per ottenere la finitura desiderata.

Il processo di finitura delle superfici metalliche

Il processo di finitura delle superfici metalliche comprende una varietà di tecniche volte a migliorare l’aspetto, la durabilità e la funzionalità dei componenti metallici.

Le tecniche di preparazione delle superfici sono essenziali per ottenere finiture superficiali impeccabili. Questi metodi comprendono la pulizia per eliminare i contaminanti e la levigatura e la livellatura delle superfici.

Pulizia e rimozione dei contaminanti

Per ottenere una finitura superficiale impeccabile, è imperativo eseguire una pulizia accurata per eliminare eventuali contaminanti. Ciò garantisce una superficie liscia e priva di impurità per il processo di finitura.

Nella fusione del metallo, la pulizia implica la rimozione della sabbia, della scaglia e dell’eccesso di metallo dalla fusione.

Nella lavorazione dei gioielli, la pulizia è un processo continuo utilizzato in varie fasi, direttamente dallo stampo o dopo procedure di miglioramento come la saldatura o la brasatura.

La sabbia e la scaglia bruciate vengono rimosse per migliorare l’aspetto superficiale, mentre anche il metallo in eccesso, come le alette, i fili e i getti, viene eliminato.

Levigatura e livellamento

Per ottenere una finitura superficiale perfetta è necessario levigare e livellare la superficie per eliminare imperfezioni e irregolarità.

Questo processo crea una texture liscia e uniforme, garantendo un aspetto uniforme e migliorando la qualità complessiva. Sono impiegati strumenti e tecniche specializzate come la carteggiatura o la lucidatura per ottenere una finitura superficiale impeccabile.

Lucidatura del metallo

La lucidatura del metallo consiste nello strofinare un pezzo di metallo per renderlo liscio e lucido, riducendo al contempo l’aspetto delle imperfezioni.

Tipologie di tecniche di finitura della superficie dei metalli

I processi di finitura delle superfici dei metalli possono essere ottenuti attraverso diversi metodi, ognuno adattato a requisiti specifici e ai risultati desiderati. Questi metodi possono includere la placcatura, la pitturazione, la verniciatura o la zincatura, tra gli altri. Ogni tecnica offre vantaggi e applicazioni uniche, permettendo ai produttori di personalizzare la finitura superficiale in base all’uso previsto del componente metallico.

Placcatura ed elettroplaccatura

Tradizionalmente, le aziende di accessori in metallo realizzano il processo di finitura attraverso la tecnologia dell’elettroplaccatura.

Nella placcatura, un sottile strato di metallo viene applicato su un’altra superficie metallica, principalmente per scopi decorativi o per migliorare proprietà come la resistenza alla corrosione o la conducibilità.

La placcatura può essere ottenuta attraverso vari metodi, tra cui l’elettroplaccatura, la placcatura chimica e la placcatura per immersione.

Tecniche di placcatura

Elettroplaccatura

L’elettroplaccatura è il processo di depositare un metallo o una lega sulla superficie di un oggetto utilizzando una soluzione contenente ioni disciolti sia del metallo depositato sia del metallo del substrato. Attraverso la soluzione viene fatta passare una corrente elettrica per rivestire un oggetto metallico elettricamente conduttivo con uno strato sottile di metallo prezioso.

Questa tecnica è comunemente utilizzata per migliorare l’aspetto o le proprietà di metalli economici, rivestendoli con metalli più preziosi come oro, argento, rodio o rame. Tuttavia, l’elettroplaccatura è un processo complesso che richiede competenza e precisione. A causa della sua complessità e delle sfide legate al suo apprendimento, l’elettroplaccatura spesso comporta un costo elevato rispetto ad altre tecniche di finitura superficiale del metallo.

I vantaggi dell’elettroplaccatura sono numerosi, offrendo una protezione superiore dalla corrosione e dall’ossidazione. Aggiungendo uno strato di metallo non corrosivo su uno più economico ma soggetto alla corrosione, i prodotti possono essere protetti dal deterioramento. Inoltre, il valore decorativo è particolarmente notevole.

Attraverso l’elettroplaccatura, i produttori possono arricchire metalli meno preziosi con il lustro e la bellezza dei metalli di lusso a una frazione del costo. Nell’industria della gioielleria, l’elettroplaccatura è ampiamente utilizzata per migliorare l’aspetto della bigiotteria. Ad esempio, metalli di base come ottone o rame possono essere elettroplaccati con uno strato sottile di oro o argento per creare gioielli che imitano l’aspetto di metalli preziosi solidi.

Placcatura chimica senza corrente elettrica

La placcatura chimica ha a che fare con il deposito di un rivestimento metallico su un pezzo metallico attraverso reazioni chimiche, evitando la necessità della corrente elettrica.

A differenza dell’elettroplaccatura, basata sull’elettricità per depositare ioni metallici su un substrato, la placcatura chimica non richiede una fonte di alimentazione esterna. Si basa invece su reazioni autocatalitiche tra gli ioni metallici nella soluzione di placcatura e gli agenti riducenti sulla superficie del substrato. Ciò rende la placcatura chimica particolarmente adatta per rivestire forme complesse e materiali non conduttivi, poiché assicura una copertura uniforme senza la necessità di conduttività elettrica.

Inoltre, la placcatura chimica senza corrente elettrica offre un’eccellente resistenza alla corrosione, rendendola una scelta preferita per varie applicazioni in settori come l’automotive, l’elettronica e l’aerospaziale.

Altre tecniche di placcatura

Altre tecniche possono venir utilizzate per la placcatura, come la placcatura per immersione, la placcatura a pennello, la deposizione del vapore, la placcatura meccanica, la placcatura a spruzzo, ecc.

La placcatura metallica specializzata include varie opzioni come la placcatura dell’oro, la placcatura dell’argento, la placcatura del rodio, la placcatura del cromo, e altri metodi come la placcatura dello zinco e dello stagno, tra gli altri.

Pittura e rivestimento

La pittura e il rivestimento sono processi di finitura superficiale che prevedono l’applicazione di uno strato di vernice o di un rivestimento sulla superficie di un oggetto per migliorarne l’aspetto, proteggerlo dalla corrosione e migliorarne le prestazioni.

Questo processo inizia con la preparazione della superficie, che può includere pulizia, levigatura e stuccatura, per garantire l’adesione corretta della vernice o del rivestimento. Una volta preparata la superficie, la vernice o il rivestimento vengono applicati utilizzando vari metodi come la spruzzatura, la spazzolatura o l’immersione.

La pittura e il rivestimento offrono versatilità in termini di colore, texture e finitura, consentendo la personalizzazione per soddisfare specifici requisiti estetici e funzionali.

Rivestimento a polvere

Il rivestimento a polvere è un processo di finitura superficiale che prevede l’applicazione di una polvere secca sulla superficie di un oggetto, che viene quindi riscaldata per formare uno strato resistente e protettivo. A differenza dei tradizionali rivestimenti liquidi, il rivestimento a polvere non richiede solventi, rendendolo un’opzione ecologica.

La polvere viene solitamente applicata utilizzando una pistola a spruzzo elettrostatica, che carica le particelle e le attira sull’oggetto messo a terra. Una volta applicata la polvere, l’oggetto rivestito viene cotto in un forno, dove la polvere si scioglie e forma una finitura liscia e uniforme.

Approssimativamente il 15% della finitura dei componenti metallici viene realizzato tramite rivestimento a polvere.

Galvanizzazione

La galvanizzazione è un processo tradizionale le cui origini risalgono alla metà del 1700.

SI tratta di un processo che prevede l’applicazione di un rivestimento protettivo di zinco su acciaio o ferro per prevenire la ruggine o la corrosione. Questo processo coinvolge l’immersione dell’oggetto metallico in un bagno di zinco fuso, oppure la sua elettrodeposizione con lo zinco, creando in questo modo una barriera che protegge il metallo sottostante dall’esposizione a ossigeno e umidità.

La galvanizzazione offre un’eccellente resistenza alla corrosione, rendendola ideale per applicazioni all’aperto come recinzioni, coperture e componenti strutturali. Inoltre, i rivestimenti zincati possono fornire una finitura decorativa e migliorare la longevità degli oggetti metallici in ambienti difficili. [ma qui invece metterei che è largamente usata nel nostro settore, per esempio gli accessori di pelletteria]

La galvanizzazione offre semplicità e convenienza rispetto ad altre tecniche di finitura dei metalli. Se il mercato del tuo prodotto non richiede finiture di alta gamma, la galvanizzazione potrebbe essere una soluzione economica da prendere in considerazione.

Conclusioni: affidati a Micromet

Per ottenere risultati di qualità e finiture superficiali precise sui metalli, è necessaria macchinari specifici e ad alte prestazioni, in grado di lavorare i materiali metallici in modo efficace senza causare danni. Inoltre, tutte le operazioni di finitura devono essere eseguite da personale qualificato ed esperto nel rispetto delle normative.

Se hai bisogno di processi di finitura superficiale dei metalli per i tuoi prodotti, non esitare a contattarci. Il nostro team di esperti è sempre disponibile per fornire consulenza sulle soluzioni più adatte alle tue esigenze.

ARTICOLI NELLA STESSA CATEGORIA

POSTS IN THE SAME CATEGORY

articles dans la même catégorie

Prototipazione rapida metalli

Micromet è un'azienda con sede ad Arezzo che si distingue per la sua expertise nella produzione di accessori metallici...